• 20:32
  • 19.11.2019
Lapo Elkann e la trans Patrizia: il famoso paparazzo racconta tutta la verità sullo scandalo
showbiz
19.11.2019

Lapo Elkann e la trans Patrizia: il famoso paparazzo racconta tutta la verità sullo scandalo

read more

Lapo Elkann e la trans Patrizia, Silvio Sircana e la prostituta transessuale, Piero Marrazzo e lo scandalo che mise fine alla sua carriera politica. Fatti fuori da una paparazzata. L’elenco di vip e personaggi politici finiti negli scandali-trappola è molto lunga, sono tante le foto usate per 'far fuori' qualcuno grazie a una interpretazione forzata, se non in malafede. Lo rivela il fotografo Max Scarfone in un'intervista a Libero, in cui getta nuova luce su alcuni degli scatti che hanno fatto più scalpore negli ultimi decenni, finiti sui settimanali scandalistici e non solo.

Scarfone, che conosce bene Lapo, lo racconta come "un ragazzo di una gentilezza e umanità straordinaria". Ma aggiunge "Lapo è il peggior nemico di se stesso". "Ti ricordi la trans Patrizia? Ecco, per tutti Lapo aveva una storia con questa persona. E invece no. Io parlai con Patrizia, mi disse che Lapo andava da lei solo per parlare con qualcuno". Per Scarfone quella notizia fu usata solo per danneggiare Lapo. "E non è certo l'unico caso".

Shakira world tour off again due to injury

"Ti ricordi le foto di Silvio Sircana, il portavoce del governo al tempo di Prodi? Quello è stato un altro momento di linciaggio politico senza senso scaturito dalle mie immagini. Io so bene come andò quella sera", svela Scarfone. Che poi continua: "L'immagine rappresentava Sircana mentre parlava con una prostituta transessuale di Roma, ma nell'immaginario collettivo quel gesto è passato come se fosse poi effettivamente andato con questa. E invece no. Sircana andò via subito, ma quello scatto venne utilizzato politicamente per farlo fuori". "Con Sircana - aggiunge - la politica e i media esagerano". "Un conto è usare delle immagini perché oggettivamente ritraggono una 'notizia', un conto è mettere a soqquadro la vita di un uomo e linciarlo con il solo obiettivo di colpire una parte politica".Assault laws in focus amid Weinstein saga

Inoltre, alla domanda se anche il caso Marrazzo fosse andato così, Scarfone risponde: "In fin dei conti sì. Io penso che, alla fine, gli scandali che nascono da queste cose siano strumenti per far fuori un avversario politico". Secondo Scarfone, insomma, il potere si serve spesso dei paparazzi per battaglie personali o politiche: "Noi facciamo il nostro lavoro: è chi lo compra che sa a che cosa può servire".

187442
read more